pasticciotti

Sua Maestà Il Pasticciotto!

Il pasticciotto è il dolce della colazione che preferisco perché unisce due elementi che amo: la pasta frolla e la crema pasticcera. Qui la mia versione, leggera e semplificata, che dedico a Pier. Ci sono coppie in cui il momento romantico è suggellato dallo scambio di fiori, doni o bigliettini. A casa nostra, invece, coincide con lo sfornare una teglia di pasticciotti. Del resto la cucina è amore e cucinare pensando alle persone che si amano, rende tutto più intenso e più buono.

Qui troverete il procedimento per farlo. Io uso gli stampini ovali che danno la classica forma al pasticciotto. Uso la ricetta della mia pasta frolla a base di burro quindi niente strutto come tradizione vorrebbe. Una volta pronte pasta frolla e crema pasticcera (che consiglio di fare la sera prima e conservare in frigo) il procedimento è semplice. La cottura il momento più delicato, un pò di albume d’uovo spennellato sopra e, se si creeranno delle crepe in cottura, non vi preoccupate… saranno bellissimi lo stesso e avranno tutto l’aspetto del “fatto in casa”.

Il pasticciotto è tipico di Lecce e del Salento e io amo questa versione fatta solo con frolla e crema, niente amarena all’interno come vuole, invece, la tradizione napoletana. Un dolcetto dalla forma ovale che viene sfornato nelle prime ore della giornata. Ideale mangiato caldo a colazione, un vero e proprio rito. Diverse le notizie storiche sulla sua origine. La leggenda che preferisco è quella che fa risalire la sua scoperta nel ‘700 in una pasticceria di Galatina, la pasticceria Ascalone, durante la festa di San Paolo. Il pasticcere Nicola, essendogli avanzate un pò di frolla e un pò di crema, decise di fare un piccolo tortino con lo stampo che aveva sottomano. Quando lo sfornò disse: “che pasticcio!” per nulla soddisfatto del risultato. Lo regalò caldo a un passante e….fu un successo. Divenne il Pasticciotto di Lu Scalone e simbolo del Salento. Da allora mille sono le sue varianti.

Andiamo allora a comporre questa meraviglia…il pasticciotto Leccese!

 Ingredienti: (per circa 6/8 pasticciotti)

  • pasta frolla (qui la ricetta e vanno dimezzate le dosi)
  • crema pasticcera (qui la ricetta e vanno raddoppiate le dosi)

Procedimento:

Accendo il forno a 180 gradi.

Io faccio sempre la frolla e la crema la sera prima, così poi la mattina ho già tutto pronto e ci vuole veramente poco per sfornare un pasticciotto caldo e meraviglioso per colazione.

Il procedimento è molto semplice. Basta stendere la frolla come per fare una crostata (stesso spessore), ritagliare dalla pasta la forma dello stampo ovale e il coperchio che andrà a chiudere il nostro pasticciotto. Lo stampino io lo rivesto con carta forno, rende tutto un pò più leggero e non ho paura di rompere il pasticciotto quando devo toglierlo dallo stampino.

Fase 1: fodero gli stampini con carta forno

Fase 2: rivesto gli stampini con la frolla

Fase 3: riempio bene con la crema pasticcera

pasticciotto_procedimento

Fase 4: chiudo con il coperchio di frolla. Sigillo bene i bordi, spennello con albume d’uovo e metto in forno caldo a 180 gradi per circa 20 minuti.

Fase 5: lascio raffreddare bene

pasticciotto

Fase 6: lo tolgo dallo stampo e lo mangio caldo.

pasticciotti

Se voglio gustarmeli piano piano, molti consigliano di scaldarli sempre un paio di minuti in forno caldo. A me piacciono sia caldi sia a temperatura ambiente.

Per conservarli meglio in frigo, chiusi bene da pellicola trasparente.

Buon pasticciotto Leccese e W Lecce, città magica e stupenda!

 

 

 

 

 

 

 

Post correlati

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Le torte di Simona di S. e V. Galimberti Snc | P.Iva: 08079390962
Telefono: 331.2216459
Email: info@letortedisimona.it
Milano, 20145
C.so Vercelli 59