burro_morbido_pochi-minuti

Il trucchetto per rendere il burro perfettamente morbido in pochi minuti.

Nelle ricette spesso c’è scritto di usare il burro morbido o ammorbidito o a temperatura ambiente e, dopo un sospiro perché questa indicazione richiede una programmazione alla nostra voglia di dolce e di cucinare, ci arrendiamo e tiriamo fuori dal frigo, almeno 30 minuti prima dell’utilizzo, il panetto di burro perché così diventi morbido.

In realtà c’è un motivo per questa indicazione ed ecco un trucchetto per rendere il burro morbido in pochi minuti, senza sospiri e lunghe attese.

Il burro ammorbidito o morbido o a temperatura ambiente o anche detto “a pomata” (se poi viene lavorato qualche secondo con una spatola e reso proprio simile a una pomata) si differenzia dal burro fuso (e si parla di burro fuso sia che si usi il microonde, il pentolino, il bagnomaria o il calorifero) per la resa all’interno della preparazione che andremo a fare.

Il burro è un grasso saturo e solido pertanto, quando si scalda in modo naturale quindi a temperatura ambiente, diventa sì morbido ma rimane sempre allo stato solido. Quando viene fuso passa dallo stato solido allo stato liquido e questo passaggio cambia la sua struttura molecolare. Cosa vuol dire? Che quando è solido riesce non solo a dare più forza agli impasti (ecco perché si usa sempre il burro a pomata nei lievitati tipo pandoro e panettoni) ma riesce a incorporare meglio i granelli di zucchero che, tradotto, vuol dire che lo zucchero si scioglie meglio.

Risultato? Un impasto più omogeneo e soffice.

Se ci fate caso spesso il burro morbido è richiesto quando dev’essere lavorato subito con lo zucchero (per esempio in alcune ricette di ciambelle, torte, plumcake) proprio perché dev’essere morbido ma solido. Se lavorate, infatti, con le fruste elettriche il burro freddo da frigo con lo zucchero, vedrete in pochi secondi volare dappertutto grumi di zucchero che non riescono ad amalgamarsi.

Un gioco tra molecole di acqua e grassi che la chimica ci spiegherebbe benissimo, ma direi di passare velocemente al mio trucchetto. Ne esistono tanti, il mio preferito è questo:

sacchetto del freezer e mani calde ma non troppo  (se le avete sempre fredde come me, vi consiglio di metterle sotto l’acqua tiepida qualche secondo).

Prendete un sacchetto per congelare gli alimenti. Mettete al suo interno la quantità di burro necessaria, tenete il burro nel centro del sacchetto così non andrà a insinuarsi in tutte le pieghe del sacchetto (trucchetto nel trucchetto che vi eviterà di perderete grammi preziosi).

burro_morbido

Iniziate a scaldare piano piano con le mani finché lo sentirete morbido ma compatto, una pomata per l’appunto. Poi fate scivolare il burro morbido fuori dal sacchetto aiutandovi con le due mani. Il gioco è fatto e il burro è pronto.

burro_morbido

Il burro è pronto e potete utilizzarlo subito per provare la mia torta al cioccolato perfetta come base per poi essere glassata e decorata.

Post correlati

Le torte di Simona di S. e V. Galimberti Snc | P.Iva: 08079390962
Telefono: 331.2216459
Email: info@letortedisimona.it
Milano, 20145
Italia